EssereSoci

Cattolica.it

le Comunicazioni

Verona, 22 marzo 2017

Lettera del presidente

Caro Socio,
 
il 22 aprile è convocata al Cattolica Center di Verona, in via Germania 33, l’Assemblea dei Soci di Cattolica Assicurazioni con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio di esercizio del 2016 e della proposta di modifiche statutarie. Nel 2016 il nostro Gruppo ha realizzato un utile netto di 93 milioni. Senza le svalutazioni conseguenti alla crisi del sistema bancario, l’utile sarebbe stato di 150 milioni. L’andamento dell’attività industriale e finanziaria di Gruppo conferma dunque la forza del posizionamento sul mercato e la sua capacità di generare una redditività in linea con gli obiettivi. L’indice Solvency II pari a 1,92 volte il minimo regolamentare dimostra la solidità del Gruppo.
Cattolica è ora chiamata a dare risposte nuove, in termini di soluzioni assicurative, ai problemi di un quadro sociale profondamente segnato dalla crisi economica che ha comportato la riduzione della capacità d’acquisto nonché cambiamenti e selettività nella struttura dei consumi. Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 16 marzo scorso, ha approvato il progetto di bilancio d’esercizio e ha deciso di proporre all’Assemblea dei Soci un dividendo pari a 0,35 euro per azione.
  
Solidità e nuove prospettive di sviluppo
 
Il Gruppo Cattolica prosegue dunque nel percorso di crescita graduale e governata che l’ha caratterizzato in questi anni e che è espressione di un approccio dinamico ai problemi del settore assicurativo in una fase del suo ciclo economico contraddistinto da forte competitività e da elevata volatilità finanziaria. Grazie a questa impostazione è stato possibile realizzare investimenti qualificati sull’innovazione e avviare con il necessario respiro strategico programmi che aprono prospettive di sviluppo in nuovi ed importanti segmenti di mercato.
Nel corso dell’anno si è completato, con l’incorporazione della compagnia acquisita nel 2014, il processo di integrazione di Fata e si è rafforzato il rapporto di partnership con Coldiretti che ha consentito a Cattolica di ampliare significativamente la sua rete distributiva nel settore agricolo, premessa necessaria per creare nuove condizioni di crescita nel comparto agroalimentare.
In occasione del Giubileo della Misericordia, in collaborazione con il mondo dell’associazionismo e del volontariato, la Business Unit di Cattolica dedicata agli enti religiosi e al non profit ha ampliato la presenza nel Terzo settore con nuove e qualificanti soluzioni assicurative in un’area sociale di grandissima rilevanza.
E’ importante sottolineare come il quadro complessivo dei risultati sia il frutto di una valorizzazione equilibrata e attenta delle risorse e delle professionalità del Gruppo che in questi anni ha portato avanti un processo di innovazione tecnologica, di rafforzamento e di integrazione delle reti distributive e di progressivo rinnovamento delle sue strutture.
  
L’impegno di responsabilità sociale
 
Un ulteriore impulso è stato dato all’impegno di responsabilità sociale sui temi della solidarietà, della disabilità e del disagio sociale grazie alla presenza e agli interventi della Fondazione Cattolica. Nuovi rapporti di partnership con l’Università e con le scuole superiori di Verona hanno portato ad un notevole ampliamento dell’area di intervento di “Progetto di vita. Cattolica per i giovani”. 
Il 2016 è stato anche l’anno di una forte crescita in termini di numero delle iniziative e di qualità della proposta culturale, tra cui il Festival della Dottrina Sociale della Chiesa che si è svolto in gran parte negli spazi di Cattolica Center con l’apertura del videomessaggio di Papa Francesco.
In coerenza con i valori identitari di Cattolica, una particolare rilevanza hanno avuto gli incontri con i Soci che, in occasione del 120° anniversario della nascita della Compagnia, sono stati dedicati al tema: “Cattolica: aperta al mercato, ancorata al territorio”. Sono queste le due grandi coordinate che hanno tracciato il percorso del nostro Gruppo nei suoi 120 anni di storia e che restano punti di forza e irrinunciabili riferimenti anche per il futuro.

 

È con questo spirito che La invito a partecipare sabato 22 aprile all’Assemblea che, come sempre, sarà preceduta dalla Santa Messa.

 

Colgo l’occasione, anche a nome del Consiglio di Amministrazione, per formulare a Lei e alla Sua famiglia i migliori auguri per le festività di Pasqua.

 

Paolo Bedoni

 

scarica la lettera

le Lettere